Home‎ > ‎Docenti‎ > ‎

Manzo Nicola


Settore artistico disciplinareCODI/06 Violino
Insegnamenti
Giorni di lezione
Ricevimento da concordare con il docente
Contattinickmanzo1@gmail.com

NICOLA MANZO inizia il suo percorso di apprendimento agli inizi degli anni ’60. Dopo le prime esperienze, approda a Napoli, alla Scuola di  Aldo Ferraresi, uno dei più grandi violinisti del Novecento, il quale lo considererà uno dei suoi migliori allievi. Sono gli anni in cui entra in contatto con C. Jachino, Direttore artistico del Teatro S.Carlo, Uto Ughi e Franco Mannino musicisti di fama internazionale, di cui riscuoterà la stima e l’amicizia. Agli inizi degli anni ’70 si trasferisce a Ginevra per seguire le lezioni di Corrado Romano, allievo di Flesch e Maestro di Uto Ughi. Nel ’73 viene ammesso al Grand Prix de virtuositè. Intanto si esibisce con successo in varie città e Associazioni concertistiche, anche in formazioni cameristiche, riscuotendo anche in questo caso l’apprezzamento di musicisti quali  M. Pradella, J. Gold, E. Porta, F. Evangelisti, A. Sbordoni, F. Razzi, G. Longobardi, K. Von Abel, quest'ultimo assistente di Celibidache.
Alla fine degli anni ’70 collabora con l’Orchestra “Scarlatti” della Rai.
Fa parte del gruppo “Presenza Musicale Irpina” insieme con il compositore Mario Cesa, con il quale ha tenuto vari concerti sul territorio campano. Partecipa alla rassegna “I compositori del Sud” presso la Biblioteca Provinciale di Avellino che vede la presenza di critici musicali, quali Michelangelo Zurletti e Dino Villatico.
Intanto inizia l’attività, tuttora in corso, di docente di Violino presso il Conservatorio di Bari e successivamente di Avellino.
Segue in formazione di trio, a Fiesole, i corsi di Musica da Camera, tenuti da Dario de Rosa, pianista del Trio di Trieste.
Nel 1987 partecipa ai corsi di Fenomenologia della Musica con S. Celibidache, organizzati dalla Filarmonica di Torino nella città di Saluzzo. Successivamente organizza un seminario di "Didattica della composizione" Boris Porena e tre corsi di fenomenologia della musica con Konrad von Abel tenutisi ad Amalfi, Paestum e Napoli.
Coltiva interessi per la didattica dell’apprendimento in special modo per la didattica violinistica, corso di cui diventa docente nel triennio sperimentale tenuto al Conservatorio “Cimarosa” di Avellino, e subito validato dal MIUR.
Nel 2002 organizza insieme con Gianluca La Villa, a Ferrara, le Celebrazioni del Centenario della nascita di Aldo Ferraresi che vede la partecipazione di musicisti ed ex allievi del maestro. In omaggio allo stesso, nel 2004 organizza una mostra audiovisiva ed esegue un concerto in duo con il maestro V. Krpan presso il Conservatorio “San Pietro a Majella" di Napoli.
Ha fatto parte del Direttivo Nazionale dell’Esta Italia (European Strings Teachers Association), con Bruno Giuranna presidente.
Si occupa da molti anni di metodologia dell’insegnamento, disciplina innovativa, che ha insegnato e insegna tuttora presso Il Conservatorio ”Cimarosa”di Avellino, dove e’titolare di una cattedra di Violino.
Il suo repertorio spazia dagli autori del Settecento Italiano al Novecento Storico.

Comments