Home‎ > ‎Docenti‎ > ‎

Di Capua Giuseppe


 Settore artistico disciplinareCOTP/06 Teoria ritmica e percezione musicale
 Insegnamenti Acustica e psicoacustica
Pratica della notazione antica e contemporanea
Elementi di pianoforte a orientamento jazzistico
Improvvisazione e didattica dell’improvvisazione
Prassi esecutiva e repertorio jazz
Storia della registrazione audio-video
Intonazione, ritmica e lettura cantata
 Aula

 Ricevimento da concordare con il docente
 Contattigiuseppedicapua@me.com

GIUSEPPE DI CAPUA è nato a Vico Equense nel 1967 e si è diplomato in pianoforte con il massimo dei voti e la lode nel 1987 presso il Conservatorio di musica di Salerno sotto la guida di Adriana Mannara.
Ha poi seguito vari corsi di perfezionamento pianistico,tra cui quelli del M° Carlo Lapegna e della pianista Laura De Fusco.
Dall’età di 15 anni si è dedicato alla attività concertistica sia come solista che in formazioni da camera,tenendo oltre 300 concerti.
Dal 1996 si è occupato del repertorio corale del ‘900 (prediligendo gli autori dell’Europa dell’Est) dirigendo diverse formazioni tra cui l’ensemble vocale I cantori della corte di Re Ferdinando ,da lui fondato (Napoli, Maggio dei monumenti 2000 e 2002) e il coro The Joyful Singers (Napoli, Basilica di S.Lorenzo Maggiore).
E’ attualmente molto attivo nel campo della musica da camera, sia come pianista accompagnatore di numerosi cantanti lirici che in duo con il M° Lorenzo Fiscella, con il quale , nella formazione Dumbarton Oaks, si occupa della produzione per pianoforte a quattro mani del ‘900 francese.
Ha inoltre esplorato le possibilità di rivisitazione in chiave jazzistico-etnica dei classici della canzone napoletana con Acousticænsemble, la cui voce solista è la cantante Marina Bruno; con quest’ultima ha percorso gli itinerari del gospel e delle spiritual-songs in numerosi concerti in tutta Italia sia in duo che con il Marina Bruno gospel quartet.
Recente è la collaborazione con il pianista Francesco Nastro, con il quale ha elaborato Flying on classics una “incursione” jazzistica nel repertorio colto, da Bach a Faurè a Scriabin.
Fa parte come clavicembalista del raffinato ensemble Anima e corde che comprende violoncello, flauto dolce e voce maschile con il quale esplora il repertorio profano del ‘600 e primo ‘700 di autori dell’Italia meridionale.
Ha iniziato nel 2005 a Limoges l’ attività di organista dell’ ensemble Pompei Mysterium, del quale è anche il direttore musicale ed autore delle elaborazioni, esibendosi poi a Périgueux, Antibes, Labeaume, Digione; si tratta di una produzione che esplora la musica religiosa dell’Italia meridionale e che affonda le radici nella contaminazione sacro-profano tipica della nostra terra.
Nel 2006 ha registrato agli Air Studios di Londra con la London Simphony Orchestra brani inediti al pianoforte con il tenore italiano Francesco Malapena.
Ha debuttato nel 2006 nello spettacolo teatrale Cumpagne e care amice in duo con l’attore Gaetano Amato nel ruolo di pianista-attore.
Collabora stabilmente dal 2003 come pianista con l’Orchestra del Conservatorio Domenico Cimarosa di Avellino (Maggio dei monumenti, Leuciana festival) e con l’Orchestra del Teatro Carlo Gesualdo di Avellino, nonché con l’orchestra Collegium Philarmonicum di Napoli.
Recentemente ha intrapreso una collaborazione con il virtuoso M° Lucio Grimaldi con il quale compone il duo 4hands@2pianos, formazione che esplora i capolavori del pianismo di ogni tempo dandone una rilettura in chiave attuale, alla luce dei percorsi della musica degli ultimi cinquant’anni.
Dal 2008 cura la direzione del coro gospel femminile FMC sisters.
E’ il pianista del Nonet tango e di svariate formazioni jazzistiche con le quali collabora stabilmente.
Ha curato le elaborazioni musicali della commedia Padroni di barche di Raffaele Viviani per la regia di Armando Pugliese.
Da alcuni anni è attivo nel campo dell’organizzazione di eventi musicali e nella produzione e management artistici. Dal 2011 cura la direzione artistica del Fiano Music Festival.
E’ tra i fondatori del NTL Jazz Quartet, con il quale ha da tempo una intensa attività concertistica nell’ambito jazzistico.
Ha sempre lavorato alla sperimentazione di nuove metodologie di insegnamento e di divulgazione musicale ed è particolarmente sensibile alla evoluzione della musica nei suoi aspetti multimediali.
Dal 1999 è titolare di cattedra per l’insegnamento di Teoria, ritmica e percezione musicale presso il Conservatorio di Musica “Domenico Cimarosa” di Avellino, dove insegna anche nell’ambito dei corsi di laurea di II livello in Discipline musicali le materie Acustica e psicoacustica, Pratica della notazione antica e contemporanea, Elementi di pianoforte a orientamento jazzistico, Improvvisazione e didattica dell’improvvisazione, Prassi esecutiva e repertorio jazz, Storia della registrazione audio-video, Intonazione, ritmica e lettura cantata.
Comments