Home‎ > ‎Docenti‎ > ‎

Baiano Enrico

PROFESSORE DI PRIMA FASCIA
 Settore artistico disciplinare COMA/15 Clavicembalo e tastiere storiche
 Insegnamenti
 Giorni di lezione 
 Ricevimento da concordare con il docente
 Contatti enrico.baiano@conservatoriocimarosa.org

ENRICO BAIANO
            (English text below)

“La giornata finale del ‘Early music weekend festival’ (Londra,  Southbank) si  è aperta  con un concerto di quelli memorabili … se più cembalisti avessero suonato così nel 18° secolo  non ci sarebbe stato bisogno di inventare il pianoforte”               
[Early Music Review]

 “L’interpretazione di Baiano è più avvincente e colorata di un’esecuzione orchestrale”
  [Musica]

“…un’ interpretazione da cembalista di levatura mondiale: cosa che Enrico Baiano ha dimostrato oggi di essere!”                                    
[Alte Musik aktuell’]
 
 “Deve avere passato un sacco di tempo nel suo studio perché, diavolo!, sa il fatto suo!”
[International record review]
 
 “La padronanza della dinamica è impressionante (quei crescendo che sembrano trovare ogni volta nuovi livelli d’intensità sonora!), l’espressività del canto è totale e lo stato d’euforia  che s’impadronisce dell’ascoltatore sono il migliore segno della riuscita’
[Le Monde de la Musique]

“ Per quanto riguarda l’interpretazione di Enrico Baiano corro il rischio di ripetermi tributandogli lodi praticamente incondizionate”             
    [CD Classica]  
                                                                               
 “L’eccezionale compatibilità d’umore tra l’opera e l’interprete pongono  questo  disco  tra le realizzazioni che segnano il decennio”             
   [Le Monde de la Musique]
                                                                  
Questi sono solo alcuni degli entusiastici commenti suscitati dai concerti e dalle incisioni discografiche di Enrico Baiano, oggi considerato uno dei più completi ed interessanti interpreti sulla scena della musica antica. Nel suo approccio interpretativo si combinano sapientemente rigore storico-stilistico, libertà espressiva e grande virtuosismo; una non comune capacità di sfruttare le risorse timbriche ed espressive del clavicembalo gli permette di realizzare crescendo, diminuendo, cantabilità ed effetti orchestrali che rendono ogni concerto un evento. Il suo repertorio spazia dal primo ‘500 ai nostri giorni.
Nato a Napoli nel 1960, dopo essersi brillantemente diplomato in Pianoforte e Composizione presso il Conservatorio ‘S. Pietro a Majella’ di Napoli si è specializzato in Clavicembalo, Clavicordo e Fortepiano con Emilia Fadini presso il Conservatorio ‘G. Verdi’ di Milano.
Ha suonato per i più importanti festival di musica antica, radio e televisioni in Europa e in Giappone; come solista ha registrato otto CD per l’etichetta ‘Symphonìa’, tutti accolti entusiasticamente dalla critica e più volte premiati (vedi discografia), e uno per l’etichetta ‘Stradivarius’, di prossima pubblicazione.
Ha collaborato con l’ensemble di musica contemporanea ‘Dissonanzen’ e con l’ensemble austriaco ‘Piccolo Concerto Wien’. Dal 1986 al 2000 ha suonato con il gruppo vocale-strumentale ‘Cappella della Pietà dei Turchini’, con il quale ha registrato dieci CD per le etichette Symphonia e  Opus 111.
Ha preso parte a due film-documentario del regista Francesco Leprino: Sul nome B.A.C.H. e Un gioco ardito (su Domenico Scarlatti).
Ha pubblicato un Metodo per clavicembalo per la casa editrice Ut Orpheus, tradotto in cinque lingue.
E’ in corso di pubblicazione per la casa editrice LIM un libro sulle sonate di Scarlatti (in collaborazione con Marco Moiraghi).
Tiene regolarmente corsi per la società di musica antica ‘Origo et Practica’ di Tokyo.
E’ docente di Clavicembalo, Clavicordo e Fortepiano presso il Conservatorio ‘Domenico Cimarosa’ di Avellino.

 “If  more 18thcentury harpsichordists had played like this there would have been no need to invent the piano”  
[Early Music Review]

"Concerning Baiano's interpretation, at the risk of being a bore I can only repeat for the umpteenth time that his playing is beyond criticism"
[CD Classica]

“He must have spent a lot of time working in his garret, because boy!, does he know his job!”
[International record review]

" Superb - dare to buy it! A magnificent interpretation which will disappoint nobody - Diapason guarantees it!"
[Diapason]

"The exceptional combination of wit and flair in compositions and performer make this one of the most significant harpsichord recordings of the decade"
[Le Monde de la Musique]

Thus the press continues to greet Neapolitan harpsichordist Enrico Baiano's recordings and concerts, earning him awards such as the Deutscher Schallplattenpreis, Diapason d’Or ,Choc de la Musique and Platte des Monats. The virtuosity and panache of his playing perfectly reflect his upbringing and training in that most colourful and musical of Mediterranean cities, Naples, where he was born in 1960 and subsequently graduated in Piano and Composition at Conservatorio ‘S.Pietro a Majella’. He then specialised in Harpsichord, Clavichord and Fortepiano with Emilia Fadini at Milan’s Conservatorio ‘G.Verdi’.
Enrico Baiano has performed at the most renowned early music festivals. He played with the ensemble “Cappella della Pietà dei Turchini”, with the Neapolitan contemporary music ensemble ‘Dissonanzen’ and with ‘Piccolo Concerto Wien’.
His solo recordings for Symphonia, now re-edited by PANCLASSIC,  have won him several international prizes including Deutsche Schallplattenpreise, Diapason d’Or, Choc de la Musique and Platte des Monats. A new recording of Sonatas of Scarlatti will be released shortly by Stradivarius.
He took part in the documentary films Progetto Bach and Un gioco ardito, featuring Domenico Scarlatti, directed by Francesco Leprino.
He has written a Harpsichord Method published by Ut Orpheus, Bologna, translated into English andto be released shortly in French, German, Spanish and Japanese.
A book on the Sonatas of Scarlatti (with scholar Marco Moiraghi) is going to be published by LIM (Libreria Musicale Italiana).
He is professor of harpsichord, clavichord and fortepiano at the Conservatorio ‘Domenico Cimarosa’ in Avellino.

DISCOGRAFIA  PAN  CLASSIC
Pier Domenico PARADIES (Paradisi) -  Sonate di Gravicembalo (Premio della critica discografica tedesca; CD del mese ’Alte Musik Aktuell’; CD-Choc del mese, ‘Le Monde de la Musique’; 5 Diapasons, ‘Diapason’).
Johann Jakob FROBERGER – Diverse curiose partite (5 Stelle, ‘Goldberg’; 5Diapasons, ‘Diapason; A Amadeus, ‘Amadeus’).
Antonio de Cabezon – Obras de Mùsica (5 Stelle, ‘Goldberg’; A Amadeus, ‘Amadeus’)
Domenico Scarlatti – Sonate (CD-choc del mese, ‘Le Monde de la Musique’ ; 5 Diapasons, ‘Diapason’; 5 Stelle, ‘Goldberg’).
Antonio VIVALDI – Concerti per clavicembalo (Ann Dawson’s Book) (CD-choc del mese, ‘Le Monde de La Musique’; CD del mese‚ Alte Musik Aktuell’).
Musica al tempo di Luca Giordano Brani di Giovanni Salvatore, Gregorio Strozzi, Gaetano Greco ed Alessandro Scarlatti eseguiti su strumento anonimo del sec. XVII appartenuto al cardinale Ottoboni (attualmente parte della collezione Giulini), nella cui cassa è dipinta una Fuga in Egitto attribuita a Luca Giordano. (Diapason d’or, ‘Diapason’; CD-choc del mese, ‘Le Monde de La Musique’; 10 di ‘Répertoire’ ).
Girolamo Frescobaldi – Intavolature di cimbalo (Diapason d’or, ‘Diapason’ ); 5 Stelle, Goldberg).
Domenico Scarlatti – Sonate, II
Domenico Scarlatti – Sonate (Stradivarius – in corso di pubblicazione)

Comments