Home‎ > ‎Produzione e ricerca‎ > ‎Seminari‎ > ‎

Musica e retorica nel barocco

La Retorica come arte di comunicare con efficacia il contenuto espressivo di un brano musicale
Seminario rivolto agli studenti del secondo livello

giovedì 23 febbraio h. 9 - 13  aula 6

Relatori:
Enrico Baiano, docente di clavicembalo e tastiere Storiche
Anna Paradiso, laureanda in clavicembalo presso la Reale Accademia di Belle Arti di Stoccolma


A partire dal Cinquecento i musicisti italiani lavorarono instancabilmente per trovare una scrittura vocale capace di aderire completamente al senso delle parole e di esprimere con efficacia una gamma il più possibile vasta di sfumature espressive. Musicisti e teorici sottolineavano inoltre la precisa corrispondenza tra musica e declamazione verbale, affermando che un brano musicale ben scritto e ben interpretato obbedisce alle stesse leggi retoriche di un monologo teatrale o di un’orazione.
Elaborarono così un vero e proprio ‘vocabolario dell’espressività’ costituito da migliaia di figure retorico-musicali associate per convenzione a precise sfumature emotive, che poi furono adoperate anche nella musica strumentale.
L’incontro si propone come introduzione all’argomento, e cercherà di fornire le informazioni basilari alla comprensione della lettura ‘retorica’ di una pagina musicale secondo i seguenti punti:

- Cenni sulla Retorica classica;
- Cenni sulla trattatistica barocca;
- Illustrazione delle principali figure retoriche;
- Esempi di figure retoriche musicali;
- Analisi retorica di un brano musicale;
- Lettura retorica come aiuto nell’interpretazione: esempi pratici.
Comments