Comunicati Stampa

TORNA “NOTE PER L’ANIMA”

PRESSO L’AUDITORIUM MUSICISTI E VESCOVO IN DIALOGO
GIOVEDI’ 23 GENNAIO (ORE 19), CONCERTO DAL TITOLO “ACCORDARE”

Si rinnova anche per il nuovo anno la sinergia tra la Diocesi di Avellino e il “Cimarosa” con “Note per l’Anima”, la mini rassegna della Diocesi di Avellino, fortemente voluta dal Vescovo Arturo Aiello e sostenuta dal Conservatorio, presieduto da Luca Cipriano e diretto da Carmelo Columbro.
“Note per l’anima” è una sorta di “sonata a quattro mani”, che vede insieme artisti del Conservatorio “Domenico Cimarosa” e il Vescovo, Mons. Arturo Aiello, nel tentativo di riscoprire la città dell’anima che è dentro di noi; di riscoprire i sensi interiori percorrendo la via della bellezza.
Domani, giovedì 23 gennaio (ore 19), sul palco dell’Auditorium di piazza Castello, il concerto dal titolo “Accordare”. Ancora una volta la musica come mezzo per invitare alla riflessione. Nel titolo il significato della serata. Accordare è trovare un punto di incontro tra opposti, diversi; cercare ciò che unisce perché ciò che divide è evidente; incontrarsi, fare alleanza con chi è diverso.
Sul palco Christian Tartaglia (chitarrista solista) e il Fairy quartet, composto da Roberta Mercorio, Francesco Fausto Magaletti, Giacomo Monteleone e Francesco Smirne, che eseguiranno la Sonata K1 di Domenico Scarlatti, compositore italiano attivo durante l’età barocca, ma che fu punto di riferimento per lo sviluppo dello stile classico. E ancora El Ultimo tremolo del paraguaiano Agustin Barrios Mangoré, Carmen Suite di Georges Bizet. E poi le note di Fernando Sor, Ariel Ramirez, Francisco Tàrrega ed Eduardo Martin.

L’ORCHESTRA GIOVANILE A PALAZZO ZEVALLOS PER LA CHIUSURA DI “MUSICA A PRANZO”

35 CONCERTI E OLTRE 4.500 PRESENZE PER LA RASSEGNA
DOMANI A NAPOLI L'ULTIMO APPUNTAMENTO

L’Orchestra Giovanile del Conservatorio “Domenico Cimarosa”, presieduto da Luca Cipriano e diretto da Carmelo Columbro, torna in scena a Napoli a Palazzo Zevallos Stigliano per il concerto di chiusura della rassegna “È aperto a tutti quanti – Musica a pranzo” realizzata in collaborazione con i Conservatori della Campania, che vede giovani talenti, musicisti e cantanti, esibirsi nel salone delle Gallerie d’Italia.
Domani, sabato 18 gennaio, alle ore 13:00, il concerto nella splendida cornice del salone sede delle Gallerie d’Italia di Intesa Sanpaolo. L’Orchestra Giovanile del “Cimarosa”, diretta dal M° Roberto Maggio, porterà in scena quattro brani per orchestra d'archi: Adagio per archi di Samuel Barber, Antiche arie e danze di Ottorino Respighi, Variazioni su un tema di Tchaikovsky di Anton Arensky e Suite per archi di John Rutter.
Sono stati 35 i concerti eseguiti nell’ambito della rassegna a partire dallo scorso 14 settembre, che hanno fatto registrare sempre il tutto esaurito, con una stima di circa 4.500 spettatori per l’intera stagione. Quello di domani sarà l’ultima esecuzione di questa edizione, giunta alla sua quinta stagione. Una rassegna che anche quest’anno ha visto la partecipazione del Conservatorio di Avellino con oltre 150 studenti e diversi docenti dell’Università Musicale impegnati in diverse esecuzioni.

A PALAZZO ZEVALLOS C’È INTERFERENZELAB, ESORDIO PER IL CELEN

DOMANI, ORE 13, IL CONCERTO NEL SALONE DELLE GALLERIE D’ITALIA
NELL’AMBITO DELLA RASSEGNA “MUSICA A PRANZO”

Il Conservatorio “Domenico Cimarosa” di Avellino, presieduto da Luca Cipriano e diretto da Carmelo Columbro, torna ad esibirsi nel bellissimo salone del Palazzo Zevallos Stigliano a Napoli nell’ambito della rassegna “musica a pranzo”, l’iniziativa condotta in collaborazione con i Conservatori della Campania che vede giovani talenti esibirsi nel salone delle Gallerie d’Italia – Palazzo Zevallos Stigliano, nell’orario della pausa pranzo.
Domani, sabato 11 gennaio (ore 13 – ingresso gratuito), sarà la volta di InterferenzeLab, progetto di interpretazione della musica elettroacustica, che coinvolge nell'incontro con la musica contemporanea gli studenti della Scuola di Musica Elettronica del Conservatorio di Avellino, tra le più grandi e produttive realtà d’Italia, per numero di iscritti e, quindi, di diplomati.
Il concerto, curato da Alba Battista e Damiano Meacci, che vedrà gli allievi del Conservatorio di Avellino impegnati nell'esecuzione di lavori del repertorio storico elettroacustico, composizioni e installazioni performative prodotte dagli stessi studenti.
Inoltre sarà anche l’occasione della “prima” del CELEN (Cimarosa Electroacoustic Ensemble), con una improvvisazione elettroacustica per sei performer: Giuseppe Bergamino, Marco Cucciniello, Carmine Minichiello, Armando Santaniello, Sara Valente, Gaetano Vincenti.

PUBBLICATO IL NUOVO BANDO PER PARTECIPARE ALLA «CIMAROSA YOUNG SINFONIETTA»

IL CONSERVATORIO PUNTA SUI GIOVANI ORCHESTRALI DAGLI 11 AI 18 ANNI
PER PRESENTARE LA DOMANDA C’È TEMPO FINO ALL’8 GENNAIO 2020

Dopo il successo delle prime tre edizioni, il Conservatorio «Cimarosa» di Avellino, presieduto da Luca Cipriano e diretto da Carmelo Columbro, pubblica il nuovo bando per partecipare al laboratorio ed entrare a far parte della «Cimarosa Young Sinfonietta» del Conservatorio di Avellino diretta dal maestro Massimo Testa, docente dell’Istituto.

Il laboratorio, anche quest’anno, si rivolge ai ragazzi dagli 11 ai 18 anni che hanno intenzione di mettere alla prova le proprie attitudini in un contesto orchestrale sinfonico e verrà istituito preso il Conservatorio di Avellino per l’anno accademico 2019 -2020.

I corsi saranno completamente gratuiti, fatta eccezione di un contributo di 20€ annuali per l’assicurazione obbligatoria di ogni allievo da versare sul conto corrente postale numero 13254834, intestato a Conservatorio statale di Musica «Domenico Cimarosa», indicando nella causale del versamento il nome dell’allievo/a. La mancata osservanza delle modalità di pagamento su indicate comporteranno la non ammissibilità alla frequenza.

IL CORO “GESUALDO” AL CIMAROSA CORI FESTIVAL

SI CHIUDE QUESTA SETTIMANA LA PRIMA EDIZIONE DELLA RASSEGNA
RINVIATO IL CONCERTO DI MERCOLEDÌ DEL CORO DI VOCI BIANCHE DEL SAN CARLO

Si avvia al gran finale la prima edizione del “Cimarosa Cori Festival”, la rassegna organizzata dal Conservatorio “Domenico Cimarosa”, presieduto da Luca Cipriano e diretto da Carmelo Columbro.
Rinviato per esigenze tecniche il concerto di mercoledì 18 dicembre del Coro di Voci Bianche del Teatro di San Carlo di Napoli, a chiudere questa prima edizione del Cimarosa Cori Festival, nata da una idea del presidente Luca Cipriano, sarà il Coro “Gesualdo”, in scena sabato 21 dicembre (ore 20:30) con “Cantate Domino”.

Nato dall’incontro fra i giovani coristi del Teatro “Gesualdo” di Avellino e l’ensemble vocale “Musicantus”, composto da bambini e ragazzi di età compresa fra i 6 e i 27 anni, è uno dei laboratori che l’Associazione Progetto Diffusione Musica porta avanti, con l’obiettivo di diffondere fra i giovani la cura per la cultura delle tradizioni musicali.
Diretto dal Maestro Cinzia Camillo, con la partecipazione del Maestro Luis di Gennaro (pianoforte) ed il coordinamento artistico di Sergio D’Onofrio, il Coro “Gesualdo” si esibirà in un concerto il cui tema dominante è un canto di gioia e ringraziamento per tutto ciò che rappresenta la vita, dagli elementi fisici, come la luce, la terra, l’acqua.

CONSERVATORIO: CIMAROSA CORI FESTIVAL, C’È IL CORO InCANTO

SABATO 14 DICEMBRE 60 BAMBINI DEL II CIRCOLO DIDATTICO
SI ESIBIRANNO NEL CONCERTO DI NATALE

Terzo appuntamento con il Cimarosa Cori Festival, la rassegna organizzata dal Conservatorio di Avellino, presieduto da Luca Cipriano e diretto da Carmelo Columbro.
Domani sera, sabato 14 dicembre (ore 18:30), sarà di scena il Coro Voci Bianche del II Circolo Didattico di Avellino. Sessanta i piccoli cantori che calcheranno la scena dell’Auditorium «Vitale» di piazza Castello e che, guidati dal Maestro Dario De Giudice, si esibiranno in un concerto natalizio cantando da”Tu scendi dalle stelle” a “Joy to the world”, passando per “Bianco Natale” e “Adeste fideles”.
Luca Cipriano, presidente dell’Università della Musica di Avellino, e ideatore del Cimarosa Cori Festival, ha voluto fortemente la presenza del Coro Voci Bianche InCanto, nato nel 2015, grazie alla Dirigente Scolastica Mary Morrison, quale fulcro di un progetto educativo di Istituto rivolto agli allievi delle scuole primarie di età compresa tra i 6 e 10 anni e ha una propria attività concertistica e di partecipazione a concorsi internazionali.

CONSERVATORIO: PER SCARLATTI CONTEMPORANEA ARRIVA CAROLI

OGGI LA MASTERCLASS DELLA RASSEGNA, GIUNTA ALLA TERZA EDIZIONE
DOMANI (ORE 20:00) IL CONCERTO NELL’AUDITORIUM «VITALE»

Domani, martedì 10 dicembre 2019 (ore 20:00) nell’Auditorium del Conservatorio Domenico Cimarosa di Avellino, presieduto da Luca Cipriano e diretto da Carmelo Columbro, secondo appuntamento di  Scarlatti Contemporanea, la nuova “rivoluzionaria” rassegna dedicata dalla Associazione Alessandro Scarlatti ai nuovi linguaggi musicali.
La rassegna, giunta alla terza edizione,  prevede un ciclo di 2 concerti in collaborazione con il Conservatorio di Avellino. Protagonista di questo secondo appuntamento che segue quello con il percussionista Gianluca Saveri, è il flautista Mario Caroli.
Interprete molto amato dalla critica internazionale, che nei suoi riguardi non ha risparmiato i più alti elogi, ha inciso circa 25 cd, premiati in tutto il mondo. Ha vinto a 22 anni il Kranichsteiner Musikpreis a Darmastadt ed ha cominciato così un importante carriera solistica che lo ha portato nelle sale più importanti del mondo, dal Concertgebouw di Amsterdam alla Philharmonie di Berlino, dal Lincoln Center di New York alla Suntory Hall di Tokyo, dal Konzerthaus di Vienna alla Royal Festival Hall di Londra, in recital o da solista con le principali orchestre di tutta Europa, Stati Uniti e Giappone. Insegna flauto nei cicli superiori del Conservatorio di Strasburgo e tiene masterclass nelle più importanti istituzioni musicali. Il M° Caroli terrà una masterclass nei giorni lunedì 9 e martedì 10 dicembre al Conservatorio Domenico Cimarosa.

CONSERVATORIO: CIMAROSA CORI FESTIVAL, ARRIVA LA CORALE DUOMO

VENERDÌ 6 DICEMBRE (ORE 20:30) SUL PALCO DELL’AUDITORIUM
L’ESIBIZIONE DELL’ASSOCIAZIONE POLIFONICA DIRETTA DAL M° SANTANIELLO

Dopo il successo della prima del Cimarosa Cori Festival con gli Hirpini Cantores, si rinnova l’appuntamento con la rassegna organizzata dal Conservatorio “Domenico Cimarosa”, presieduto da Luca Cipriano e diretto da Carmelo Columbro.
Venerdì 6 dicembre (ore20:30 - ingresso grauito) nell’ambito del festival nato da una idea del Presidente Luca Cipriano, si terrà l’esecuzione musicale di un’altra delle storiche corali della provincia di Avellino: la Corale Duomo, diretta dal Maestro Carmine Santaniello, che sarà di scena sul palcoscenico dell’Auditorium «Vitale» di piazza Castello.
Un viaggio nella musica sacra, da "Fratello Sole Sorella Luna", composta da Riz Ortolani per il film di Franco Zeffirelli del 1972 e portata in scena con una elaborazione di Carmine Santaniello, a Jesus bleibet meine Freude di Johann Sebastian Bach, fino al “Magnificat” di Domenico Cimarosa. Sul palco ci saranno Romilda Festa (soprano), Rosanna Lombardi (mezzo soprano), Maurizio Severino (pianoforte).

CONSERVATORIO: LA FEDE INCONTRA LA MUSICA

DOMANI, MARTEDI’ 3 DICEMBRE (ORE 19:00), ALL’AUDITORIUM
LE “NOTE PER L’ANIMA”: MUSICISTI E VESCOVO IN DIALOGO

Torna l’appuntamento con «Note per l’anima», la mini rassegna della Diocesi di Avellino, fortemente voluta dal Vescovo Arturo Aiello e sostenuta dal Conservatorio “Domenico Cimarosa”, presieduto da Luca Cipriano e diretto da Carmelo Columbro. La manifestazione, nata nel novembre del 2017 e giunta alla sua quarta edizione, rinsalda la sinergia tra la Diocesi irpina e l’Università della Musica di Avellino.

Dopo il concerto di settimana scorsa, domani sera, martedì 3 dicembre (ore 19:00) si esibirà il Trio Big Eye in un’esecuzione musicale dal titolo “Attendere”. Filo conduttore il dialogo con la musica, favorendo una riflessione sugli aspetti della vita quotidiana. Una una sorta di “sonata a quattro mani” che vede in campo artisti del prestigioso Conservatorio “Domenico Cimarosa” e il Vescovo, Mons. Arturo Aiello.

Sul palco dell’Auditorium di piazza Castello, il trio Big Eye, formazione composta da Domenico Luciano (sassofono), Daniele Medugno (chitarra) e Armando Rizzo (fisarmonica bayan), che vanta una collaborazione ormai decennale in cui i musicisti hanno esplorato le molteplici possibilità timbriche dei propri strumenti impiegando anche tecnologie analogico-digitali.

CONSERVATORIO: GLI HIRPINI CANTORES E LE “VERDI NOTE… NAPOLETANE”

AL VIA DOMANI, SABATO 30 NOVEMBRE (ORE 20:30)
LA PRIMA EDIZIONE DEL CIMAROSA CORI FESTIVAL

Parte domani la prima edizione del “Cimarosa Cori Festival”, la rassegna organizzata dal Conservatorio “Domenico Cimarosa”, presieduto da Luca Cipriano e diretto da Carmelo Columbro, che fino al 21 dicembre vedrà alternarsi sul palcoscenico dell’Auditorium «Vitale» le migliori corali della Campania.
Cinque cori in quattro settimane. Una selezione di alcune tra le migliori formazioni della Campania, che accompagneranno gli spettatori fino a Natale. Il Festival, nato da una idea del Presidente Luca Cipriano, vedrà sul palcoscenico dell’Auditorium «Vitale» di piazza Castello: gli Hirpini Cantores, la Corale Duomo, il Coro Voci Bianche InCanto, il Coro di Voci Bianche del Teatro San Carlo di Napoli e il Coro “Gesualdo”.
Si parte domani, sabato 30 novembre (ore 20:30 – ingresso gratuito), con gli Hirpini Cantores, che porteranno in scena il concerto dal titolo “Verdi note… napoletane”. A dirigerli, in un viaggio tra la canzone napoletana contemporanea e le note di Giuseppe Verdi, sarà il Maestro Carmine D’Ambola.
La corale nasce nel 1995 col nome di “Redemptoris Mater” e si costituisce in Associazione culturale “Hirpini Cantores” nel 1999. Il coro, presieduto dall’Architetto Palmieri, ha un ampio repertorio comprende brani di musica sacra polifonica e gregoriana, canti rinascimentali e barocchi, cori operistici , canti popolari napoletani e irpini.

Menu